.Paolo Jannacci

Martedì 11 giugno alle 21,15 a Villa Pisani Bonetti di Bagnolo di Lonigo, il pianoforte e la voce graffiante di Paolo Jannacci, in duo con il trombettista Daniele Moretto.

Paolo Jannacci, il suo pianoforte e il suo inconfondibile e graffiante timbro vocale volano al secondo appuntamento della rassegna Postounico. Al Festival della musica e del cinema nei luoghi dell’arte, martedì 11 giugno, si presenta in duo con il trombettista Daniele Moretto.

Prendono così vita, in un concerto d’intenso lirismo e momenti musicali rarefatti, brani come Who Can I Turn To di Leslie Bricusse, Insensatez di Jobim e O que serà di Chico Buarque; e ancora brani originali come Allegra e Chiara’s Tune che portano la firma inconfondibile del compositore e arrangiatore milanese, figlio d’arte.

È un progetto musicale basato soprattutto sulla ricerca dell’interplay (azione-reazione) e sulla sensibilità dei due artisti. La mancanza di un supporto ritmico come la batteria e il basso genera un suono raffinato, deciso, emozionale, perché esalta la melodia e l’interpretazione (proprio per la natura di uno strumento così intimo e diretto come la tromba).

Sullo sfondo suggestivo di Villa Pisani Bonetti di Bagnolo di Lonigo, progettata dal Palladio e sede oggi di prestigiosi eventi di cultura e arte contemporanea organizzati dalla famiglia Bonetti Bedeschi, non mancherà il momento in cui Paolo omaggerà il padre Enzo Jannacci, scomparso nel 2013, interpretando canzoni che sono divenute ormai pietre miliari della storia della musica italiana: da Vincenzina a Vengo anch’io. No tu no. Così la musica d’autore si fonderà con il racconto, l’effervescenza di un virtuoso del pianoforte si unirà alla simpatia di un affabulatore.

Paolo Jannacci si diploma al liceo linguistico internazionale di Milano nel 1990; dal 2008 perfeziona gli studi musicali al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Como. Collabora con vari artisti del mondo del cinema: Ricky Tognazzi, Renato Pozzetto e Luca Biglione per i quali scrive brani per le colonne sonore dei film. Jazzista di talento, lavora con la Paolo Jannacci Band nella trasmissione Zelig. Oltre al pianoforte, suona il basso e la fisarmonica. Si esibisce con le sue formazioni in duo, trio e quartetto; infine insegna musica a Milano, al centro Professione Musica.

Info: www.postounico.it